Emergenza Coronavirus. In Sicilia scatta di nuovo l’obbligo di indossare la mascherina. Registrazione e isolamento per chi entra da Grecia, Malta e Spagna

Il Presidente della Regione Siciliana ha firmato l’Ordinanza n. 32 del 12/08/2020, con la quale ha disposto nuove ed ulteriori misure di contenimento volte a limitare il contagio da Coronavirus in Sicilia.

La nuove disposizioni riguardano i soggetti che dal 14 agosto, faranno ingresso in Sicilia dai territori di Grecia, Malta e Spagna e i cittadini siciliani che fanno rientro nell’Isola dagli stessi territori, che dovranno registrarsi sul sito siciliasicura.com, permanere in isolamento fiduciario per poi essere sottoposti a tampone oro-rino-faringeo.

Da oggi, 12 agosto, ritorna invece obbligatorio l’uso della mascherina in tutti gli uffici pubblici, da parte di funzionari, dipendenti ed utenza. E’ comunque obbligatorio in luoghi pubblici e privati, anche all’aperto, quando non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale.

Il Sindaco, presa conoscenza della nuova Ordinanza del Presidente della Regione, ha emanato il seguente avviso alla cittadinanza e ai dipendenti comunali:

 

In adesione a quanto disposto dalle misure contenute nell’Ordinanza n. 32 del 12 agosto 2020 del Presidente della Regione Siciliana per il contenimento del contagio da Coronavirus, a cui si rimanda integralmente per ogni informazione ritenuta utile e necessaria, per opportuna conoscenza si riporta quanto disposto dal Presidente della Regione Siciliana:

Art. 5

(uso della mascherina)

Fermo restando i protocolli nazionali e regionali vigenti, nel luogo di lavoro l’uso della mascherina é sempre obbligatorio per tutti i funzionari e dipendenti delle amministrazioni di cui all’art. 1, co. 2 del D. Lgs. n. 165/2001 e ss.mm.ii. aventi sede, anche territoriale, in Sicilia, nonché per l’utenza. È, altresì, obbligatorio l’uso della mascherina in luoghi pubblici e privati, anche all’aperto, quando non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale. Rimangono in vigore le disposizioni di cui all’articolo 11 dell’Ordinanza contingibile e urgente del 13 giugno 2020, n. 25, del Presidente della Regione.

Art. 6

(disposizioni finali)

Per quanto non espressamente disciplinato dalla presente Ordinanza trovano applicazione le disposizioni di cui al decreto legge 16 maggio 2020, n. 33, come convertito, nonché i decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri vigenti. La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente ordinanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dalla legge vigente. La presente Ordinanza, con validità dal 14 agosto 2020 e fino al 10 settembre 2020 compreso, è pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, anche con valore di notifica individuale, e sul sito internet istituzionale. Essa, per gli adempimenti di legge, viene trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, ai Prefetti, ai Comuni e alle ASP. Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di giorni sessanta dalla comunicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi.

Si raccomanda di attenersi alle direttive impartite dall’ Ordinanza n. 32 del 12 agosto 2020 del Presidente della Regione Siciliana in oggetto, al fine di contenere il contagio da COVID-19.

Si confida nella fattiva collaborazione e nel senso di responsabilità.

Il Sindaco – Emanuele Galati Sardo

Vai ad inizio pagina