“a bura” (Fiaccolata)

Festeggiamenti in onore di San Sebastiano Martire.

La prima manifestazione in onore di San Sebastiano è la Bula che cade il sabato più vicino al 13 Gennaio. Al tramonto una rumorosa e numerosa schiera di adulti e bambini, prende posto davanti alla cancellata della chiesa di S. Maria Assunta, si procede alla distribuzione e alla accensione dei mazzetti di Bula (inflorescenze dell’ampelodesmo, anche detta “disi”), e in seguito un’immensa fiaccolata si snoda per le vie della Città accompagnata dal suono di un tamburo, sino a ritornare in Piazza Duomo davanti alla Chiesa di S. Maria Assunta. Qui ogni devoto, butta al centro della piazza quel che rimane della Bula, si forma un grande falò, i ragazzi più intraprendenti « saltano sul fuoco », un elemento di grande valore simbolico e soprattutto purificatorio.

La fiaccolata simboleggia la ricerca nella notte di Sebastiano, da parte dei soldati di Diocleziano,  in seguito alla condanna, da parte dello stesso imperatore, a quello che sarebbe poi stato il primo martirio.

Vai ad inizio pagina