Nato a Messina il 28/01/1980

Assessori designati

  1. PATERNITI MARTELLO Carmela – nata a Palermo il 28/10/1971;
  2. AGOSTINO NINONE Mauro – nato a Messina il 16/05/1971;

Programma amministrativo

Il  28  aprile  2019  i  cittadini  di  Tortorici  saranno  chiamati  alle  urne  per  il  rinnovo dell’Amministrazione e del Consiglio Comunale.

Il movimento “Uniti per cambiare Tortorici” a fronte del risultato ottenuto alla competizione elettorale del 2014, ha sentito l’obbligo morale di perpetrare l’azione politica.

Con la consapevolezza della responsabilità scaturita dal risultato ottenuto si è attuata una politica di opposizione ma allo stesso tempo propositiva, che ha avuto  come obiettivo il dare voce  alle  problematiche  che  hanno  afflitto  la Nostra  comunità  e  la  difesa  del bene comune.

Partendo da questi punti cardine è emersa la volontà a proseguire nell’azione politica e proporci come alternativa alle Amministrazione che fin oggi si sono succedute.

Crediamo in Tortorici e nei Tortoriciani.

Riteniamo che solo attraverso un IMPEGNO CIVICO basato sulla responsabilità di tutti i cittadini della comunità, che si interessano del territorio in cui vivono, dove svolgono la propria attività e che, in quanto tali, si preoccupano della cura e dello sviluppo del bene comune, si possa risollevare il nostro amato paese.

Forza propulsiva di questo processo è puntare ad un modello di crescita basato su ciò che il territorio ci offre, attrare gli investimenti per valorizzarlo sarà fondamentale.

Punti di partenza saranno la riqualificazione del centro storico, il recupero e la fruibilità delle opere d’arte, la salvaguardia della nostra memoria e della nostra storia.

Sarà prioritario dare ai bambini idonei spazi dove poter giocare in libertà, spensieratezza e sicurezza.

Obiettivi da raggiungere sono un innalzamento della qualità della vita di tutti i cittadini, la valorizzazione dei prodotti tipici legati al territorio e la promozione di tutte le forme associative ed aggregative.

Deve ritornare nei nostri cittadini, e non solo, la fiducia e la voglia di investire nel nostro

paese, l’ospitalità non dovrà essere solo una dote innata dei tortoriciani ma di fatto la nostra comunità dovrà divenire un albergo diffuso che parte dal centro senza in alcun modo dimenticare le borgate, esse stesse una peculiarità di Tortorici.

Tali scopi non potranno essere raggiunti se non attraverso una politica improntata alla trasparenza ed alla legalità.

Recupero del centro storico

Punto di partenza per il rilancio economico e sociale del nostro comune è la riqualificazione del centro storico,  attraverso la  valorizzazione degli elementi peculiari dell’identità locale e  le emergenze architettoniche che ne rappresentano l’anima.

A tal fine ci proponiamo di:

  • Incentivare il recupero del patrimonio edilizio esistente a fini ricettivi e di attività connesse, quali, piccole attività di ristorazione, botteghe specializzate nella vendita di prodotti tipici, etc…..
  • Recupero degli edifici di pregio per attività museali, culturali, artistiche, ed aggregative (palazzo  Vescovile, casa Letizia,  chiesa Batia, etc…).
  • Sottoscrizione di apposite convenzioni con  le Università per studiare, attraverso rilievi analisi ed approfondimenti storico-documentari,  l’evoluzione del tessuto urbanistico di Tortorici, da utilizzare per la pianificazione di recupero del patrimonio storico architettonico per la successiva realizzazione di un piano particolareggiato.
  • Incentivi per il recupero primario del patrimonio edilizio attraverso una fiscalità agevolata sia per le famiglie che per le imprese.
  • Interventi puntuali di miglioramento del decoro del centro storico, ripristinando le tecniche costruttive ed i materiali originali nelle pavimentazioni stradali e nelle facciate degli edifici pubblici.
  • Valorizzare le risorse della storia, della cultura e dell’identità locale per la creazione di attrazioni turistiche.

Promozione turistica ed  agricoltura

Bisogna creare una rete tra quelle che sono le nostre produzioni tipiche, il patrimonio naturalistico e quello artistico in modo che si possa offrire un pacchetto turistico di alta qualità, volto a creare flussi di turismo sostenibile supportato da una ricettività diffusa, che valorizzi al massimo il patrimonio immobiliare nella sua peculiare disposizione.

La nostra Amministrazione si propone di:

  • Valorizzare il   patrimonio ambientale  per supportare lo sviluppo di un turismo sostenibile  (laghi, monte San Pietro, etc..). Rendere accessibili i laghi.
  • Promuovere il partenariato tra pubblico e privato volto alla realizzazione di interventi finalizzati allo sviluppo economico del territorio e all’integrazione sociale.
  • Incentivare l’associazionismo rivolto alla creazione di un’offerta ricettiva diffusa;
  • Promuovere attraverso i mass-media  le diverse attrazioni di cui disponiamo (percorsi trekking,  mountain bike, percorsi eno-gastronomici,  dell’arte e dei mestieri);
  • Coordinare la ricettività, la ristorazione e le attrazioni in modo da potersi interfacciare competitivamente con operatori turistici di livello nazionale ed europeo;
  • Coinvolgimento diretto dei produttori agricoli mediante l’istituzione di attività atte a promuovere la riscoperta e la commercializzazione dei prodotti tipici locali.
  • Valorizzazione e promozione del marchio De.Co. e dei prodotti ad esso correlati: nocciole, provole, suino nero,  prodotti della panificazione e dolciari.
  • Promuovere l’identificazione delle varietà di nocciole locali per realizzare una D.O.P.
  • Istituzione del mercato del contadino.
  • Promuovere la realizzazione di una piattaforma digitale per la vendita on-line dei prodotti tipici locali.
  • Rifunzionalizzare e rendere accessibili e completamente funzionanti il “mulino Ferrera”, la “Gualchiera Paraturi” e magazzino Sciara.
  • Valorizzazione del parco ‘Sciara’, creando un parco sub-urbano mediante i finanziamenti europei rivolti alla pubblica fruizione delle aree naturali (ripristino e creazione di sentieri, punti informativi, aree di sosta, aree attrezzate, postazioni bird-watching, etc…)
  • Promozione e valorizzazione delle feste nelle Borgate. Palio delle contrade, notte bianca dell’arte, notte bianca street food, promozione delle tradizioni e dei prodotti tipici anche attraverso sagre ed altro.

Artigianato – Commercio

A fronte dell’attuale  crisi economica, oltre a rendersi indispensabile una politica e lo sviluppo di concrete azioni di collaborazione  con i comuni limitrofi, il Comune di Tortorici dovrà impegnarsi a favorire e sostenere le attività  presenti sul territorio ai fini della tenuta dell’occupazione e di una possibile ripresa. Per questo, andranno consolidate politiche attive in collaborazione con le categorie produttive e le parti sociali. Siamo, infatti, consapevoli che solo con logiche di sistema si potrà  affrontarsi l’attuale situazione.

 A tal fine  proponiamo:

  • Realizzazione di un’area artigianale dimensionata per le esigenze attuali e dell’immediato futuro.
  • Attività di supporto informativo: uno “sportello” municipale finalizzato a supportare la creazione d’imprese ed all’orientamento dei giovani imprenditori.
  • Attività di confronto periodico con le imprese e con i loro rappresentanti di categoria.
  • Risoluzione delle problematiche inerenti la viabilità, attraverso il potenziamento del corpo dei vigili urbani e anche attraverso  l’aumento del numero degli ausiliari del traffico.
  • Creazione di stalli per venditori ambulanti allocati in aere periferiche,   disciplinati  attraverso apposito regolamento.
  • Applicare specifiche detrazioni sulla  Tosap (tassa occupazione spazi e aree  pubbliche).
  • Rimodulazione parcheggi temporanei e aree di carico e scarico  in concertazione con gli operatori economici.
  • Razionalizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti per le utenze non domestiche.
  • Realizzazione di un’isola pedonale attrezzata previa concertazione con gli operatori economici.
  • Realizzazione di una piattaforma web collegata ad una app  per sostenere il   commercio e
  • l’artigianato

Viabilità

Intendiamo affrontare i problemi della viabilità come segue:

  • Messa in sicurezza della viabilità delle borgate attraverso pavimentazione in asfalto, cunette di raccolta acque e dotazione di guard-rail;
  • Creazione di parcheggi satellite;
  • realizzazione di nuovi marciapiedi ed integrazione di quelli esistenti (via Zappulla, via Garibaldi, via Vittorio Emanuele, Via Roma, etc.;
  • realizzazione di bretella di collegamento Tresolino-strada scorrevole per Rocca di Caprileone.
  • manutenzione delle strade del centro abitato, realizzazione di marciapiedi e interventi di recupero del manto stradale in selciato di pietra la dove esistenti;
  • realizzazione di parcheggi “rosa”.

Raccolta rifiuti solidi urbani

L’intero ammontare del costo del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, deve necessariamente essere coperto con le entrate della tassa sui rifiuti. Il nostro obiettivo è quello di adottare un piano serio di raccolta e di far pagare alle utenze domestiche e non, una tariffa proporzionata all’effettivo prodotto conferito, e non in base ai metri quadrati dell’immobile. Verranno così  premiati i gli “utenti virtuosi” e facendo pagare meno a chi differenzia di più, ovvero  adottando la così detta “tariffa puntuale”.

  • Centro comunale di raccolta(CCR). Abbiamo l’intento di reperire i finanziamenti, partecipando al bando Po-Fesr Sicilia 2014-2020 misura 6.1.2,di prossima pubblicazione, per la creazione di un centro di raccolta comunale (CCR) automatizzato, in modo che l’utente possa attraverso una card elettronica, registrare tutti i conferimenti dei rifiuti e attraverso l’accesso al sito o app apposita, controllare in ogni momento l’ammontare del conferito.
  • Data la vastità del nostro territorio verranno create isole ecologiche intelligenti, con fustini automatizzati dislocati nei vari  versanti, in modo da facilitare agli utenti il compito di effettuare la raccolta differenziata, sempre nell’ottica del :”pago per quello che butto”.
  • Raccolta ed efficientamento del servizio “porta a porta”, con passaggio puntuale  e ad orari consoni, per non intralciare la circolazione stradale, avendo cura di potenziare il servizio  per le attività produttive. Si utilizzeranno, scanner e codici a barre, per verificare il reale conferimento del rifiuto. Potenziamento dei sistemi di controllo, per stanare il “furbetto di turno”, che si libera in maniera fraudolenta del rifiuto.
  • In considerazione del peso rilevante degli scarti organici e della conseguente incidenza sul costo del servizio verranno adottati tutti gli strumenti necessari affinché l’umido venga smaltito direttamente  nel nostro comune, utilizzando degli accorgimenti tecnologici, di facile reperimento, quali compostiere domestiche, condominiali e di quartiere, queste ultime con la possibilità di distribuzione del fertilizzante compost di risulta ai cittadini.
  • Avviare campagne informative nelle scuole, quartieri, contrade etc. con l’intento di sensibilizzare i cittadini all’uso corretto degli strumenti e della raccolta differenziata.

Politiche energetiche ed innovazione tecnologica

Nell’ottica dell’abbattimento dei costi e della eco-sostenibilità si intendono adottare tutte le misure che lo sviluppo tecnologico mette a disposizione.

Nello specifico si punterà alla riduzione dei costi fissi legati alla spesa  energetici  mediante le seguenti forme di produzione di energia da fonti rinnovabili:

  • installazione di impianti fotovoltaici sulle coperture delle strutture comunali;
  • utilizzo del “solare termico” per la produzione di acqua sanitaria e il riscaldamento degli edifici comunali;
  • diffusione del mini eolico;
  • installazione di mini turbine elettriche direttamente nelle condutture dell’acqua pubblica, viste le ottimali condizioni.

Si intende aderire al Conto Termico 2.0 GSE per le Pubbliche Amministrazioni che permette agli enti pubblici di utilizzare risorse al fine di efficientare, l’involucro edilizio attraverso la realizzazione del “cappotto”; sostituzione di infissi e vetrate con altri che abbiano minore dispersione termica; sostituzione dei sistemi di illuminazione pubblica con altri più efficienti; rinnovamento degli  impianti di climatizzazione con tecnologie innovative ad alta efficienza; installazione di caldaie a biomassa, pompe di calore ed adesione ai sistemi di riscaldamento/raffreddamento a mezzo della geotermia; introduzione di sistemi finalizzati al controllo  ed alla gestione dell’illuminazione e della ventilazione.

 Nel campo della innovazione tecnologica si intendono realizzare i seguenti interventi:

  • sistemi di gestione e monitoraggio delle condotte idriche e dei serbatoi attraverso la mappatura e la marcatura satellitare delle perdite;
  • rilevazione geofonica delle perdite delle condotte idriche;
  • controllo costante dei livelli e della qualità delle acque nei serbatoi comunali mediante sistemi di telegestione;
  • sostituzione delle lampade tradizionali con lampade ad alta efficienza;
  • bacheca informativa alimentata ad energia solare con annesse colonnine di ricarica per smartphone e tablet;
  • ricorso alla domotica negli edifici per efficientare i consumi.

Borgate

Tortorici non sarebbe Tortorici senza le sue borgate.  Molti sono gli interventi che si vogliono effettuare:

  • sistemazione del manto stradale con particolare attenzione alla raccolta delle acque;
  • pulitura tombini;
  • rifunzionalizzazione degli edifici comunali in disuso (come centri aggregazione e/o piccoli laboratori per la prima trasformazione di produzioni agricole) ed assegnazione con apposito bando;
  • recupero delle piazzette esistenti ed individuazione di aree per realizzarne altre con annesse aree giochi;
  • messa in sicurezza del territorio e prevenzione  dei fenomeni di dissesto idrogeologico;
  • bonifica dei torrenti con iniziative in concertazione con associazioni ambientaliste;
  • realizzazione di eventi che permettano l’incontro tra i cittadini delle varie borgate.
  • completamento rete fognaria.  

Politiche giovanili e sport

Una amministrazione lungimirante non può esimersi dal dare un ruolo prioritario allo sport, attività fondamentale per la crescita e formazione delle nuove generazioni. Ecco le nostre proposte:

  • manutenzione e sistemazione strutture sportive e ricreative esistenti;
  • riformulazione regolamento utilizzo strutture sportive per essere realmente fruite;
  • creazione nuove infrastrutture sportive, ricreative e culturali (campo tennis, pista cross, campo volley, campo basket, area soft-air/paintball, percorsi ciclocross);
  • riutilizzo edifici pubblici in disuso come centri associativi/ludoteche/centri cultura eventualmente assegnati ad associazioni con bandi trasparenti;
  • sistemazione ed adeguamento campetti (Moira, Randi, Scuola media);
  • supporto a 360° alle realtà sportive esistenti e promozione allo sviluppo di ulteriori;
  • sistemazione dei parchi giochi esistenti e creazione di nuovi;
  • promozione colonie estive e campi scuola;
  • attivazione progetti comunali per il servizio civile nazionale;
  • sportello informa-giovani e supporto al “suap” per giovani;
  • istituire consulta dei giovani che possa presentare istanze e dia un parere sugli atti amministrativi riguardanti tematiche inerenti;
  • attivazione corsi di formazione per acquisire conoscenze immediatamente spendibili nel mondo del lavoro (guide ambientali, lingue straniere, ecc…).

Struttura burocratica  macchina amministrativa

Avere una struttura burocratica efficiente oltre a  permettere la massima efficacia dell’ azione politica porta ad un aumento generale della qualità dei servizi e ad un abbattimento degli sprechi. L’organizzazione della macchina amministrativa si deve basare sui principi di equità, merito e trasparenza. Ecco le nostre idee a riguardo:

  • riordino struttura amministrativa comunale;
  • responsabilizzazione dirigenti;
  • implementazione piano performance e monitoraggio produttività;
  • meritocrazia;
  • efficientamento uffici e snellimento burocratico;
  • implementare massima trasparenza degli atti amministrativi ;
  • equità nella gestione del personale;
  • nuovo statuto comunale;
  • riformulazione ed aggiornamento di tutti i regolamenti comunali con criteri di massima trasparenza ed equità;
  • sportello/ufficio segnalazioni con numero verde comunale;

Politiche sociali

Categorico dovere della politica a tutti i livelli è dare supporto al tessuto sociale, soprattutto alle categorie più deboli. Proponiamo di:

  • incentivare i più giovani e le vecchie generazioni ad incontrarsi per tramandare tradizioni varie (artigiane, artistiche, culturali et), mettendo a disposizione strutture e luoghi che lo permettano;
  • tenere in considerazione la figura della mamma all’interno della comunità; le mamme vivono nella quotidianità del paese, avendo una piena concezione delle esigenze e dei disagi. Bisogna favorire il dialogo tra le mamme ed il consiglio comunale mediante gli strumenti di partecipazione (consulta, forum calendarizzati,etc);
  • centri d’Incontro per terza età con lo scopo di consentire all’anziano una vita di relazione ricca di attività culturali e ricreative;
  • promuovere realizzazione casa di riposo per anziani;
  • effettuare, in collaborazione con le associazioni del settore operanti nell’area, progetti ed interventi di sensibilizzazione e supporto riguardanti donne ed anziani in difficoltà ed emarginati;
  • campagne informative e di sensibilizzazione su temi e problematiche di rilevanza, quali : bullismo, violenza sulle donne, droga, criminalità, ludopatia, etc;

 

Diversamente abili

L’Amministrazione deve mirare ad avere un ruolo più incisivo e determinante nel dare supporto alla suddetta categoria. La leale cooperazione tra famiglie e Amministrazione comunale dovrà essere all’ordine del giorno per garantire ai diversamente abili un trattamento adeguato.

Collaborare con le relative associazioni di categoria per:

  • creare, potenziare e finanziare iniziative e progetti culturali che prevedano e facilitino il coinvolgimento anche di giovani con disabilità per progetti di svago, ritrovo, socializzazione, creazione di rapporti, per aiutarli ad uscire dai loro spazi e vivere la città;
  • incentivare l’inserimento dei giovani disabili nel mondo del lavoro;
  • rendere accessibile anche ai diversamente abili il sito web del comune;
  • abbattimento delle barriere architettoniche;
  • formazione di alcuni dipendenti comunali per poter interloquire con le diverse categorie di diversamente abili.

Istruzione

Spesso la politica dimentica quale sia il reale fine delle istituzioni scolastiche pubbliche: gli alunni e la loro formazione. Ecco cosa proponiamo di fare:

  • reperimento locali comunali per risolvere definitivamente il problema scuola secondaria;
  • potenziamento indirizzi di studio scuola secondaria;
  • collaborazione costante tra istituzioni scolastiche ed ente locale per: orientamento, attività extracurriculari, piani di studio attinenti le realtà locali al fine di valorizzare le risorse umane e materiali;
  • asilo nido.

 

 

Lavori pubblici

Nella programmazione a medio e lungo termine l’amministrazione non può esimersi dall’individuare quali siano le opere infrastrutturali necessarie per realizzare la propria “visione di paese”. Uno degli strumenti che si intende utilizzare per impostare le opere qui elencate è il concorso di idee aperto ai giovani professionisti, in modo da avere una amplia varietà di proposte da poter poi sviluppare in dettaglio. Queste sono le opere e gli strumenti sui quali concentreremo i nostri sforzi:

  • approvazione del Piano Regolatore Generale ed  eventuali varianti necessarie. Si porrà l’attenzione al centro storico, alla zona artigianale e le strutture al servizio dei fondi nelle zone agricole;
  • variante piano regolatore per la realizzazione della bretella di collegamento tresolino – strada Tortorici rocca;
  • realizzazione della strada tra il fabbricato Franchina e l’Ufficio del Giudice di Pace, per poter decongestionare il traffico e migliorare l’accesso al parcheggio adiacenti al municipio;
  • sistemazione ed efficientamento del pubblico acquedotto e dei serbatoi idrici nelle parti più vetuste (serbatoi migliosi, giannì, pidarà, etc.);
  • costituzione di un apposito Ufficio Finanziamenti per la programmazione dei Fondi strutturali 2014/2020 (e successiva programmazione) per intercettare risorse da destinare alla realizzazione di progetti utili per la città e il territorio;
  • interventi di adeguamento strutturale degli edifici scolastici esistenti. Per quanto riguarda i plessi esistenti nelle borgate,  ma oggi dismessi, prevediamo  interventi di recupero  finalizzati al riuso e alla rifunzionalizzazione a fini sociali;
  • recupero e sistemazione di  tutti gli spazi verdi adiacenti alle strutture scolastiche;
  • interventi di sistemazione arredo urbano delle esistenti Piazze: Faranda, Zumbo, Carlo Alberto, Umberto, Principe di Napoli, etc.;
  • realizzazione di un parco Fluviale lungo il torrente Grande che ne permetta tra l’altro anche un accesso pedonale alla  Scuola “Nello Lombardo” ed all’Ufficio Postale ;
  • realizzazione di un parco sub-urbano in località Sciara nell’area mulino “Ferrera”, magazzino “Sciara”
  • predisporre un piano di interventi per la difesa idraulica del nostro  territorio  al fine di prevenire i fenomeni di dissesto idrogeologico garantendo la salvaguardia  delle abitazioni e dell’ambiente.
  • acquisizione e riqualificazione di terreni e di edifici in stato di abbandono o di degrado, anche al fine di sostenere l’imprenditoria giovanile per l’avvio di nuove attivita’ turistiche e commerciali volte alla valorizzazione e alla promozione del territorio e dei suoi prodotti;
  • recupero di vecchi  sentieri, ‘violi’, trazzere storiche che innervano il nostro territorio, per realizzare dei  percorsi trekking, ciclistici, religiosi, naturalistici, etc.. Individuare adeguate forme di gestione e manutenzione, in concorso tra diversi enti pubblici e privati.;
  • area di sosta per camper e di campeggio con le tende, in modo da iniziare ad intercettare immediatamente i flussi turistici, permettendo un aumento graduale della ricettività diffusa e tradizionale;

Nell’intraprendere i percorsi burocratici e progettuali per realizzare i progetti sopra elencati si procederà ad intercettare finanziamenti a tutti i livelli. Negli iter burocratici riguardanti progettazione e realizzazione delle opere verranno utilizzati i criteri della massima efficienza della spesa, trasparenza ed equità.

 

Cultura

L’identità di una comunità si preserva attraverso la conservazione e la promozione della cultura in ogni suo aspetto. Ecco quanto proponiamo:

  • festival vari (installazioni artistiche temporanee , musica, cantastorie, etc.);
  • museo “Tortoriciani nel mondo”;
  • gemellaggi;
  • promozione museo etno-fotografico “Franchina – Letizia”;
  • pinacoteca diffusa;
  • promozione ricerca storica;
  • cineforum e rassegne cinematografiche con pubblici dibattiti;
  • promozione e supporto logistico teatro amatoriale – circuito compagnie teatrali;
  • progetto “scambiamoci un libro” , “il libro nel bosco” , “l’aula nel bosco”;
  • rendere fruibile e accessibile a tutti la biblioteca comunale, ampliarne l’offerta e migliorarla mediante l’introduzione di terminali informatici.

Partecipazione

La partecipazione attiva e continuativa alla politica da parte della società civile è indispensabile per ridurre il divario tra amministrazione e comunità. Noi vogliamo introdurre degli strumenti di partecipazione semplici ma efficaci che permettano ai cittadini di portare le proprie istanze alla politica :

  • regolamentazione istanze e petizioni popolari ed introduzione nello Statuto comunale obbligo di discussione delle stesse in Consiglio;
  • introduzione nello Statuto di consulte di categoria e comitati spontanei che si autoregolamentino con criteri di democrazia, trasparenza e rappresantativitá e prevedere dei canali istituzionali per veicolare le loro istanze;
  • utilizzare realmente lo strumento ed i fondi del bilancio partecipato come previsto dalla legge;
  • periodiche assemblee pubbliche aperte e pubbliche adunanze;
  • area accessibile per comunicazioni e segnalazioni sul sito internet del comune;
  • regolamento comunale per la gestione e manutenzione verde pubblico da parte di privati e associazioni.

Associazionismo

Le associazioni culturali, ricreative, sportive, ed i comitati festa, oltre ad essere indispensabili strumenti di aggregazione, negli ultimi anni, hanno ottenuto ragguardevoli risultati. Noi intendiamo sostenerle:

  • garantendo massimo supporto logistico ed organizzativo;
  • dando supporto burocratico mediante la semplificazione (moduli precompilati per le autorizzazioni, vademecum delle procedure), e fornendo la formazione specifica dei funzionari comunali e la loro collaborazione ;
  • acquistando attrezzature varie da concedere in uso con apposito regolamento.
  • adeguando acusticamente l’aula consiliare e prevedere regolamento per utilizzo

Politiche intercomunali

Le piccole realtà locali trovano sempre più difficoltà nel garantire efficacemente i servizi a causa di costi e spopolamento. Collaborare a vari livelli con i comuni limitrofi è indispensabile; ormai da troppo tempo i nostri amministratori si sono isolati. Con i nostri vicini noi prevediamo di :

  • istituire tavolo tecnico per risolvere il problema della gestione, manutenzione e messa in sicurezza della strada “Tortorici – Rocca”;
  • portare a termine ed attivare il “contratto di fiume Valle del Fitalia”;
  • intraprendere dialogo per miglioramento ed abbattimento dei costi dei servizi mediante collaborazione con i comuni limitrofi;
  • promuovere e concordare calendari di eventi intercomunali;
  • proporre, presso gli Enti sovra-comunali, istanze comuni su problemi condivisi.