Nota informativa

Il Certificato di Residenza è il certificato che attesta la residenza anagrafica del richiedente. Viene rilasciato dall’Ufficio Anagrafe, e può essere sostituito dall’autocertificazione.

Chi può richiederlo

L’interessato o comunque altra persona che conosca i dati anagrafici della persona residente nel Comune.

Documenti da presentare

  1. Documento di riconoscimento del Richiedente in corso di validità
  2. Nome, Cognome, Indirizzo e Data di Nascita della persona a cui si riferisce il certificato

Validità

Il certificato ha validità 6 mesi. Se dopo la scadenza le informazioni in esso contenute non sono variate, gli interessati potranno dichiararlo in calce, senza l’obbligo di autenticare la firma nè di porla in presenza del dipendente addetto. Le Pubbliche Amministrazioni e i gestori o esercenti pubblici servizi che lo richiedono dovranno ancora ritenerlo valido.

Norme di riferimento

  1. Legge 24 dicembre 1954, n. 1228;
  2. D.P.R. 30 maggio 1989, n. 223.
  3. D.P.R. 445/2000.

Tempi svolgimento Pratica

Rilascio immediato

Il certificato deve essere rilasciato in bollo tutte le volte in cui la legge non prevede una specifica forma di esenzione. Tra i principali casi di esenzione vi sono i certificati ad uso INPS o ASL

Servizio di visura e autocertificazione on-line

Pubblicato sul portale di ANPR lo strumento che consente a tutti i cittadini che vivono nei Comuni subentrati di fare autonomamente la visura dei propri dati anagrafici e stampare un modello di autocertificazione da soli e in un clic. Per utilizzare il servizio, è necessario autenticarsi con Spid, Carta d’identità elettronica o Carta nazionale dei servizi.

ACCEDI AL SERVIZIO